Il sostegno psicologico al paziente oncologico e ai suoi familiari

La reazione alla malattia è un'esperienza soggettiva di profonda sofferenza che può essere caratterizzata da ansia, rabbia e disturbi psicologici di varia natura. La diagnosi di cancro, infatti, cosi come le terapie che ne conseguono, rappresenta un vero e proprio trauma che sconvolge l'esistenza di chi ne è colpito, muta la qualità della vita, la propria immagine esterna, le prospettive sul futuro.

Anche gli equilibri all'interno del sistema familiare del paziente (rapporti di coppia, rapporti genitore-figlio) vengono completamente destabilizzati; i familiari vengono esposti ad un forte stress emotivo dovendosi scontrare ogni giorno con la paura della morte, con il senso di frustrazione e impotenza generati dalla malattia. Possono altresì risultare compromesse le relazioni interpersonali e il funzionamento psico-sociale conducendo il paziente ad una condizione di ritiro e isolamento. Nelle diverse fasi del percorso di diagnosi e cura della malattia il paziente e i suoi familiari possono essere supportati per affrontare il disagio e la sofferenza.


Interventi proposti


Psicoterapia individuale

La psicoterapia individuale ha come obiettivo contenere la sofferenza emotiva e il disagio interpresonale e rendere il paziente consapevole modificando i pensieri disfunzionali che possono influenzare anche il processo di cura oncologica. L’atteggiamento e le reazioni psicologiche individuali possono influenzare non solo la qualità di vita successiva alla diagnosi, ma anche la compliance ai trattamenti medici e il decorso della malattia. Attraverso un percorso terapeutico il paziente può elaborare i sentimenti negativi associati alla diagnosi, affrontare i cambiamenti psico-fisici conseguenti alla malattia per poi riscoprire e potenziare le risorse esistenti e riuscire ad integrare tale evento nella propria esperienza personale. La psicoterapia individuale permette al paziente di raccontare la propria esperienza circoscrivendo uno spazio non solo psichico ma anche fisico dove poter legittimare la propria condizione e dare libero sfogo alle proprie emozioni.

Supporto psicologico ai familiari

La famiglia rappresenta la prima realtà che circonda il paziente al momento della diagnosi e che influenza il modo in cui egli si adatterà alla malattia. Nella maggioranza dei casi, la diagnosi di cancro conduce ad una rivalutazione delle priorità all'interno del sistema familiare e rafforza i legami tra i membri, altre volte, la ristrutturazione che ne consegue può dare vita a modelli relazionali disfunzionali o, in casi estremi, psicopatologici. I familiari che si prendono cura del paziente rappresentano infatti una risorsa ma lo stress a cui si trovano esposti può condurre all'insorgenza di disturbi psico-fisici. Un sostegno psicologico nel periodo di malattia può aiutare il paziente e i suoi familiari ad acquisire gli strumenti necessari per gestire il disagio, le emozioni negative e migliorare la comunicazione intra-familiare. Interventi terapeutici sulla famiglia garantiscono il benessere emotivo di tutti i suoi membri e hanno l'obiettivo di metterla in condizione di sfruttare le proprie risorse, elaborare i vissuti di colpa ed esprimere i sentimenti affettivi e dolorosi. Il sostegno psicologico può inoltre essere di fondamentale importanza nel momento della comunicazione della diagnosi ai figli, soprattutto se molto piccoli e nelle fasi di elaborazione del lutto.

Consulenza di coppia

Anche le relazioni di coppia sono colpite e spesso radicalmente modificate dalla diagnosi di cancro. La malattia provoca un'ampia gamma di reazioni psicologiche che influenzano il legame di coppia e che possono far insorgere difficoltà nella comunicazione e sentimenti di isolamento affettivo. Il paziente e il proprio partner devono essere sostenuti nel percorso di malattia affinché riescano ad esprimere i propri vissuti ed elaborare modalità di coping adattive che trasformino il legame di coppia in una risorsa per affrontare efficacemente lo stress generato dalla malattia. La relazione di coppia deve essere rimodellata attraverso la condivisione delle angosce riguardanti il futuro elaborate tra la normalità della vita quotidiana e la scansione temporale dei trattamenti oncologici.

Gruppi di sostegno

Il gruppo di sostegno psicologico rappresenta una forma di supporto per persone che condividono una particolare problematica o attraversano un difficile momento della vita. Il gruppo offre uno spazio protetto e accogliente in cui poter esprimere paure, vissuti ed emozioni che spesso devono essere taciuti all'interno dell'ambiente familiare. Il confronto e la condivisione delle esperienze alleggeriscono il peso della sofferenza individuale e grazie allo sviluppo di una maggiore consapevolezza del proprio mondo interiore possono condurre ad un cambiamento e all'elaborazione di strategie più funzionali per far fronte alla malattia.

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti